Sri Sri Ravi Shankar

Sri Sri Ravi Shankar

Nato in India nel 1956, Sri Sri Ravi Shankar è un leader umanitario di fama mondiale e un rinomato ambasciatore di pace. La sua missione di unire il mondo in Una Famiglia Mondiale libera dalla violenza e dallo stress ha ispirato milioni di persone in tutto il mondo a lavorare per una pace sostenibile.

É il fondatore di The Art of Living Foundation (1981) e della International Association for Human Values (1997), entrambe attive in 155 Paesi. È anche il fondatore del World Forum for Ethics in Business (2009), che si riunisce regolarmente in conferenze al Parlamento europeo e in tutto il mondo. Tutte le organizzazioni fondate da Sri Sri Ravi Shankar sono organizzazioni non governative ONG indipendenti e umanitarie e hanno uno status consultivo speciale presso il Consiglio Economico e Sociale ECOSOC dell’ONU: rappresentano un approccio laico verso la costruzione della pace nella società e della felicità individuale.

Sri Sri Ravi Shankar ha ricevuto numerosi premi, dottorati onorari e onorificenze statali in tutto il mondo. Viaggia in oltre 40 Paesi ogni anno, diffondendo un messaggio di speranza semplice e concreto: raggiungere la pace nella società e la felicità individuale è possibile, vivere in Una Famiglia Mondiale è possibile.

Un messaggio di pace e non violenza

Come ambasciatore di pace, Sri Sri Ravi Shankar svolge un ruolo chiave nella risoluzione dei conflitti e diffonde la sua visione di non violenza nei forum e nei convegni di tutto il mondo. Ha ricevuto particolare credito per aver portato le parti avversarie al tavolo dei negoziati in aree come Sri Lanka, Iraq, Costa d’Avorio, Camerun, Kashmir e Bihar e per aver negoziato un accordo di pace tra i ribelli delle FARC e il governo colombiano, ponendo fine ad un guerra civile lunga 52 anni.

Sri Sri Ravi Shankar proviene dal lignaggio della pace e della non violenza di Mahatma Gandhi. Attraverso le sue iniziative e i suoi discorsi, ha costantemente sottolineato la necessità di rafforzare i valori umani e riconoscere l’umanità come la nostra più alta identità. Promuovere l’armonia interreligiosa e l’educazione multiculturale come rimedio per il fanatismo sono parti significative del suo lavoro per raggiungere una pace sostenibile sul nostro pianeta.

Il lavoro di Sri Sri Ravi Shankar ha toccato le vite di milioni di persone in tutto il mondo, superando barriere di razza, nazionalità e religione grazie al suo messaggio universale: Una Famiglia Mondiale, Vasudhaiva Kutumbakam. Sri Sri Ravi Shankar ci ricorda che diverse tradizioni e culture affondano le loro radici negli stessi valori umani fondamentali di pace, compassione, verità e appartenenza. Attraverso il volontariato e il rafforzamento dei valori umani è possibile conquistare la pace interiore e la pace nel mondo, è possibile vivere in una società senza stress e senza violenza.

 La pace interiore alla base della pace nel mondo

A livello individuale, i programmi di self development mirati al potenziamento delle life skills ideati da Sri Sri Ravi Shankar hanno aiutato centinaia di milioni di persone in tutto il mondo a gestire lo stress e a sperimentare felicità e pace interiore.

Sri Sri Ravi Shankar si è ispirato all’antica tradizione dello yoga, dando risalto ad alcune tra le innumerevoli tecniche tramandate di generazione in generazione e adattandole alle esigenze di velocità ed efficienza della vita moderna, pur preservandone la purezza. Ha, inoltre, personalmente ideato alcune delle tecniche insegnate nei suoi programmi, tra cui il il Sudarshan Kriya®, una tecnica di respirazione che sostiene la salute a livello psico-fisico e favorisce un intenso e costante rilascio di stress. La ricerca medica indipendente da parte di istituzioni mediche rinomate ha documentato l’impatto di queste tecniche sulla depressione, sulla riduzione del cortisolo (ormone dello stress) e sul rafforzamento del sistema immunitario.

Secondo la rivista Forbes Sri Sri Ravi Shankar è il 5° indiano più importante che viaggia in tutto il mondo per diffondere queste tecniche avulse da credenze dogmatiche. Dal quartier generale dell’UNESCO a Parigi a Capitol Hill, dalle Nazioni Unite negli Stati Uniti al Parlamento europeo: ha contribuito a portare lo yoga, la meditazione e la respirazione a persone di ogni classe, credo e religione, enfatizzandone i benefici per la felicità del singolo e per la pace nella società.

 Progetti umanitari

I progetti umanitari di Sri Sri Ravi Shankar hanno offerto aiuto, tra gli altri, a vittime di disastri naturali, sopravvissuti ad attacchi terroristici e a guerre, bambini provenienti da popolazioni emarginate e comunità in conflitto. La forza del suo messaggio ha ispirato un’ondata di volontariato basata su una spiritualità laica, attraverso un’enorme rete di volontari, che stanno portando avanti sempre più progetti nelle aree critiche di tutto il mondo.

In India, Sri Sri Ravi Shankar ha avviato 435 scuole che offrono istruzione gratuita ai meno abbienti nelle aree più remote, dando beneficio a oltre 58.000 bambini che attualmente si stanno formando per diventare cittadini produttivi.

La cura per l’ambiente è stata una delle più grandi aree di attività delle organizzazioni create da Sri Sri Ravi Shankar. 33 fiumi e migliaia di bacini idrici in India sono attualmente in fase di rinascita. I volontari di The Art of Living hanno piantato 70 milioni di alberi in 37 Paesi.

Il Progetto Internazionale Prison SMART sta contribuendo a riabilitare gli autori di reato e ne ha coinvolti oltre 700.000 a livello mondiale. In Uruguay, il Ministero dell’Interno ha ridotto la pena detentiva ai detenuti che hanno preso parte a questo programma di riabilitazione.

La vasta rete di volontari di Sri Sri Ravi Shankar è ben nota per l’immediatezza nel mobilitarsi in caso di catastrofi o disastri e nel dare non solo sostegno di primo soccorso, ma anche assistenza nel superare lo stress post traumatico in tutto il mondo, come è successo in Messico, Haiti, USA, Germania, Canada, Nepal, India, Pakistan, Sri Lanka, Giappone, per nominarne solo alcuni.

 Promuovere l’armonia interculturale e interconfessionale

In un mondo dilaniato da divisioni religiose, sociali, nazionali e culturali, Sri Sri Ravi Shankar è impegnato a risanare fratture religiose, sociali, ideologiche ed economiche nella nostra società, ravvivando l’antico ideale indiano di Vasudhaiva Kutumbakam, Una Famiglia Mondiale. Il messaggio globale di Sri Sri Ravi Shankar è basato su una semplice verità: religioni diverse, culture e tradizioni diverse affondano le loro radici negli stessi valori umani fondamentali di pace, compassione, verità e appartenenza.

Mettendo in atto questa visione, Sri Sri Ravi Shankar ha convocato lo storico World Culture Festival 2016, un raduno multiculturale e interreligioso che ha accolto 2.500 leader religiosi di quasi tutte le religioni. Il Festival ha riunito oltre 3,75 milioni di persone provenienti da 155 Paesi e ha visto esibizioni spettacolari su un palcoscenico mozzafiato di 7 acri da parte di 36.602 ballerini e musicisti di tutto il mondo, per celebrare la diversità di tutte le fedi e le culture.

Per rispondere all’emergenza terrorismo e promuovere l’armonia interreligiosa, Sri Sri Ravi Shankar ha, inoltre, portato il suo messaggio di un’educazione multiculturale ai forum interessati in tutto il mondo, come per esempio il 29° Incontro nazionale della Jamiat-Ulema-i-Hind (la più grande associazione islamica di Imam dell’India), il 3° Congresso mondiale dei rabbini e degli imam per la pace in Europa o la giornata della Chiesa evangelica tedesca.

Premi e onorificenze

Sri Sri Ravi Shankar è stato insignito di numerosi premi in tutto il mondo, tra cui il più alto riconoscimento civile in Colombia, Mongolia e Paraguay. Il Presidente dell’India gli ha anche conferito il Padma Vibhushan, il più alto riconoscimento annuale del Paese per il suo eccezionale ed illustre servizio per l’umanità. Gli sono stati conferiti 16 dottori onorari a livello mondiale.

 Impatto in numeri

  • Più di 58.000 bambini hanno ricevuto l’istruzione gratuita in 435 scuole nelle aree rurali e tribali dell’India.
  • 33 fiumi e migliaia di bacini idrici in tutta l’India sono stati rimessi in uso, portando ad un livello più alto l’acqua freatica, a vantaggio di milioni di abitanti dei villaggi.
  • 70 milioni di alberi piantati in 37 Paesi e 26 Stati dell’India attraverso la Campagna “Mission Green Earth”.
  • 49.500 campi igienici, 25.950 campi medici, 165.000 campi per aiutare a superare lo stress post traumatico a beneficio di 5.6 milioni di persone.
  • 165.500 servizi igienici, 1.895 case, 1.152 pozzi trivellati e 904 impianti di biogas.
  • 760 villaggi elettrificati attraverso l’energia rinnovabile in zone remote dell’India e del Nepal.
  • Più di 2.031.220 giovani delle aree rurali dell’India sono stati formati grazie ad un progetto che ha coinvolto poi 40.212 villaggi con vari progetti di sviluppo.
  • 4.500 militanti delle regioni dell’India colpite da estremisti sono stati de-radicalizzati, hanno rinunciato alla violenza e sono stati reintegrati nella società tradizionale.
  • Oltre due milioni di agricoltori e giovani di 22 Stati dell’India sono stati formati in pratiche agricole efficaci.
  • Dal 2008, 73.432 studenti e 2.317 insegnanti hanno partecipato al programma YES! for Schools in 147 scuole in 22 stati negli Stati Uniti.
  • Negli Stati Uniti, 1.586 veterani e familiari hanno partecipato a Project Welcome Home Troops, un programma di recupero della resilienza del corpo-mente per veterani e militari, che ha fornito loro strumenti per ridurre lo stress cronico e post-traumatico.
  • In Iraq, a 50.000 persone sono stati offerti dei programmi che aiutano ad alleviare lo stress causato dai traumi e corsi di life skills. 44.307 donne irachene hanno ricevuto una formazione professionale. Più di 200 ambasciatori di pace sono stati formati per insegnare alle persone colpite delle tecniche per alleviare lo stress post-traumatico.
  • Più di 150.000 sopravvissuti alla guerra, tra cui bambini soldato, in Iraq, Israele-Palestina, Siria, Giordania, Libano, Kirghizistan, Sri Lanka, Balcani e Afghanistan hanno beneficiato di programmi per alleviare lo stress post-traumatico.

per saperne di più: www.srisriravishankar.org

Vieni a trovarci

Sempre a vostra disposizione Phone: 393 6353491
335 6478557
055 700120

email: firenze@artofliving.it

Dove siamo

Fondazione Art of Living Italia (Firenze)
Happiness Center
Via del Bachiacca, 5
Zona Pisana (legnaia)
50145
Firenze - Italia

Organizzazione

                          arte de viver loja
Art of Living è un'organizzazione internazionale fondata dal leader umanitario Sri Sri Ravi Shankar. Offre programmi di respirazione, meditazione, yoga e servizio.